COPY RIGHT ©KRG ITALY 2018 Kurdistan Regional GovernmentEnglish language

Governo Regionale del KurdistanRappresentanza In Italia

Roma 4 Aprile 2019
Il Rotary Club ospita la dott.ssa Rezan Kader per parlare del ruolo delle donne kurde tra lotta ed emancipazione

Il giorno 03 aprile l’Alto Rappresentante del Governo Regionale del Kurdistan in Italia, la Dott.ssa Kader è stata invitata dal Rotary club Roma Sud Ovest, per intervenire in una conviviale cena organizzata dal Presidente, Dott. Luca De Rosa e i suoi membri.
Tema della serata: “IL RUOLO DELLE DONNE KURDE TRA LOTTA E EMANCIPAZIONE”.
La riflessione sul tema in oggetto si è dimostrata essere argomento di profonda attualità storica, sociale, e di politica internazionale. Infatti, anche la camera dei deputati, meno di un mese fa, ha organizzato un convegno in cui è stato trattato il tema della donna, in particolare il contributo femminile nella risoluzione dei conflitti. Troppo spesso, nell’immaginario collettivo si ha poca conoscenza di come nel tempo le società si evolvono. Questo evento ha rappresentato una nuova occasione, per la Dott.ssa Kader di far conoscere ai presenti il percorso di crescita che la donna kurda ha compiuto fino ad oggi raggiungendo un ottimo grado di emancipazione.
Durante la serata la dott.ssa Kader ha colto l’occasione per ricordare che il prossimo anno si celebreranno i 20 anni della Risoluzione 1325 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. Primo documento del Consiglio che menziona esplicitamente il ruolo della donna nei conflitti armati. In occasione di questa importante ricorrenza - continua l’Alto Rappresentante - serve rafforzare l’impegno dell’Italia, dell’Europa e della comunità internazionale per la tutela dei diritti delle donne e delle bambine soprattutto nelle aree caratterizzate da guerra ed instabilità. “Sono molto felice che il Rotary Club abbia promosso una riflessione specifica sul ruolo femminile nella società kurda – ha sottolineato la dott.ssa Kader – le donne hanno compiuto un enorme percorso di crescita e di emancipazione e sono sempre state in grado di assicurare uno straordinario valore aggiunto nella prevenzione e risoluzione delle crisi nazionali e internazionali. Devono dunque essere sempre più coinvolte, ad ogni livello, in tutti i settori”.
In tal senso – conclude la dott.ssa Kader – ci tengo a ribadire il mio impegno personale e quello del Governo che rappresento per l’attuazione degli obiettivi che in tal senso ci siamo prefissati.